Countdown!

sabato 28 dicembre 2013

Grampians...Great Ocean Road...MELBOURNE!!!

17 giorni dalla partenza da Loxton...sembra già un' eternità. 


Sono successe veramente tantissime cose e soprattutto abbiamo di nuovo cambiato vita.
Ma partiamo dal principio, dopo aver salutato tutti i nostri compagni di farm siamo montati in sella a Winston e siamo partiti..queste le nostre tappe:

GRAMPIANS National Park


Dopo circa 600 km siamo arrivati a questo parco naturale, non è grandissimo ma è veramente un posto fantastico,  pieno di percorsi escursionistici e di molta molta wildlife, in più è una catena montuosa, dopo le lande desertiche di Loxton è stata veramente una boccata d'ossigeno.
Abbiamo visitato le McKenzie falls e ci siamo accampati in un Campground nel bel mezzo della foresta.

McKenzie Falls

GREAT OCEAN ROAD


Una delle strade più conosciute al mondo.
Lungo i circa 300 km di questa strada da Warrnambool a Geelong è possibile assistere a bellissimi panorami a picco sul mare, vedere formazioni rocciose maestose e straordinarie, fare una passaggiata nella foresta pluviale, incontrare Koala lungo la strada e fare il bagno nel mare cristallino...chiaramente noi ne abbiamo approfittato e abbiamo fatto tutto..a parte il bagno, visto che spirava un bel ventarello da sud ( ovvero dal polo sud) che rendeva il tutto..come dire...un pò troppo freschino...
Siamo però riusciti a toccare e vedere finalmente un Koala selvatico...esperienza BELLISSIMA!!!








GEELONG-DAYLESFORD


Surfisti a Bells Beach


Al termine della Great Ocean Road ci siamo fermati presso Bells Beach, spiaggia famosissima tra gli appassionati di surf e luogo dove sono stati girati diversi film dedicati a questo sport.
Abbiamo quindi salutato il mare e dopo una breve passeggiata  per Geelong, graziosa città portuale, ci siamo spinti altri 100km nell' entroterra per raggiungere Daylesford, importante località termale australiana. Qua ci siamo "regalati" un bel massaggio rilassante total body ( dopo 4 mesi di farm ci voleva proprio). Abbiamo passato l'ultima notte del nostro breve road trip dentro il cratere di un vulcano spento e il giorno seguente ci siamo diretti verso la nostra direzione finale : MELBOURNE.


Ormai siamo a Melbourne da quasi 2 settimane e dobbiamo dire che questa è una città dove ci piacerebbe vivere, a misura d'uomo, pulita, estroversa, multiculturale, accogliente, sicura, verde...una città dove è ancora possibile avere una qualità di vita ALTA.

Abbiamo trovato casa e udite udite abbiamo già un lavoro..iniziamo lunedì...ma a questo dedicheremo un bel post fra qualche giorno...

Intanto auguriamo a tutti i nostri lettori buone feste...restate sintonizzati!!

BYE!!!

martedì 10 dicembre 2013

88 Giorni...MISSIONE COMPIUTA!!!!

Finalmente!!! 

Dopo aver:
- raccolto 39,5 t di arance;
- percorso più di 40 km per potare vigne;
- smistato olive;
- piantato 8000 cipolle;
- scavato buchi e piantato viti;
- guidato il trattore
   e "accudito" per 406 ore i nostri baby-mandorli

Abbiamo oltrepassato questo importante traguardo che ci permetterà di ottenere un ulteriore visto di un anno.
Questi ultimi giorni sono stati veramente i più duri, fisicamente e mentalmente…ma finalmente ci siamo e dopo 102 giorni lavorati possiamo alzare lo sguardo e guardare verso il nuovo "ignoto"…perché ora arriva il momento di rimetterci in gioco di nuovo…
Questa esperienza in farm è stata veramente bellissima…ciò non vuol dire facile…vuol dire solamente che rifaremo passo passo quello che abbiamo fatto se dovessimo iniziare da capo…oltre al lavoro infatti c'è stata tanta umanità…abbiamo conosciuto veramente tante persone e con alcune di esse abbiamo strinto amicizia e continuiamo a sentirci…abbiamo conosciuto Uomini con la U maiuscola che ci hanno aiutato e che hanno fatto si che ci sentissimo quasi "a casa" … è tutta questa umanità che ha fatto si che possiamo dire di AVERCELA FATTA!!!!

E ora dopo avere finalmente la firma sul form che sancisce la fine di questa esperienza possiamo pensare a Melbourne..la città dove vogliamo provare a vivere..ma prima con il nostro fidato Winston, ci apprestiamo a farci una 5 giorni di totale relax nella natura…partiremo infatti mercoledì prossimo per i Grampians National Park e poi giù a sud dove percorreremo la famosissima Great Ocean Road dove sicuramente scatteremo tante e tante foto da condividere con voi!

Quindi giunti a questo punto possiamo dire GOODBYE LOXTON…ci dispiace un po' lasciarti per tutto quello che abbiamo vissuto in 4 mesi…per tutte le bellissime persone che qua abbiamo incontrato ma ora è giunta l'ora di andare avanti…cercando di trovare un posto per noi in questo continente così lontano...


Ps. Stamani abbiamo aperto la Superannuation nella nostra banca, ovvero una specie di fondo pensione, è sempre stupefacente avere a che far con  gli uffici pubblici qua in australia…competenza velocità e clima disteso….veramente un piacere!!!
ROAD TO MELBOURNE!!!

Paul, il nostro mitico farmer della Nursery!

I nostri Baby mandorli ormai cresciuti!!!

sabato 16 novembre 2013

Loxton - Riflessioni dopo 3 mesi di vita Aussie!

Qualche giorno fa era il 14 Novembre…esattamente 3 mesi che abitiamo qua a Loxton, tra ostello e sharehouse…ad oggi con 81 giorni lavorati (70 validi) ci avviamo lentamente alla fine di questa parentesi delle farm…del lavoro dei campi e della vita di campagna.
La fine che si fa più vicina rende tutto molto entusiasmante…programmi per il futuro..dove andiamo, cosa facciamo…di chiaro c'è solo il nome della destinazione finale…ovvero Melbourne…cosa faremo una volta arrivati ancora non si sa…ma ci penseremo dopo…a tempo debito…

Per quanto non sia un ostello fra i migliori, per quanto il lavoro sia duro…forse non potevamo fare scelta migliore..qua abbiamo incontrato delle persone splendide, ragazzi con storie simili alle nostre, altri con storie diverse, con prospettive agli antipodi rispetto alle nostre…ma tutti maledettamente lontani da casa, da quella casa che per noi giovani (non tutti ma una buona parte) è diventata una trappola per il nostro futuro. Ma non ci siamo solo noi italiani con le nostre malinconie e disillusioni ci sono tanti altri ragazzi europei che sono qua con entusiasmo..quell'entusiasmo che solo le menti spensierate hanno..ci sono anche un sacco di asiatici inquadrati nella loro cultura…un coacervo di vita ed esperienza.
Solo per tutto questo, questa esperienza merita di essere vissuta…venire in Australia è anche e soprattuto UMANITA' … qua si impara a sopravvivere e a sacrificarsi…qua si impara a vivere…crediamo che tanti dei ragazzi che abbiamo conosciuto torneranno a casa cambiati..cresciuti..un po' più adulti.

Quando finiranno questi 88 giorni, partiremo da Loxton ed andremo incontro all'ignoto, dovremo reinventarci di nuovo e ricominciare da capo…noi non vediamo l'ora..in fondo questo significa vivere…e vorremmo fortemente che tutti quei giovani italiani che vivono nel loro status quo, avessero meno paura e un po' più coraggio  per alzare lo sguardo e capire che c'è altro oltre al loro naso…non obbligatoriamente l'Australia…ma qualsiasi altra cosa che li allontani anche solo un momento dalla loro rigida e monotona inquadratura.

Qua sotto un video della nostra giornata tipica e qualche foto !!!

Ci sentiamo presto





L'ostello!

La coppia sottosopra! :D

Loxton - River Murray






BYE!

domenica 27 ottobre 2013

Australian People!

Eccoci con un altro post…poco da raccontare in verità…stiamo lavorando veramente tanto e oggi dopo quasi 30 giorni consecutivi senza pause abbiamo trovato il tempo per farvi sapere che siamo vivi e vegeti e in piena forma…forse un po' stanchini ma quello fa parte del gioco!!!
Se dal punto di vista lavorativo poco è cambiato, siamo sempre alla nursery di mandorli, dopo due mesi e mezzo qua in aussie possiamo dire di aver inquadrato tre tipi di australiani tipici…almeno qua nel Countryside è così!

Passiamoli in rassegna:

IL RAZZISTA
A dir la verità è capitato solo una volta…ma è stata anche la prima volta che ci siamo sentiti discriminati da quando siamo in Australia.
C'è poco da dire su questo tipo…tutti potete immaginarvi…siamo entrati in un negozio e il padrone non avrebbe voluto servirci se non fosse stato per il figlio che ha insistito.C'è da dire che qua, in un paese di poche anime, tanti, non vedono di buon occhio il "backpacker", lo straniero, non si capisce nemmeno perché visto che il 90% dei lavori di "forza" vengono svolti proprio da noi backpacker…

L'ALTRUISTA
Questa è la categoria forse più comune.
Diciamo, gli australiani, la maggior parte sono molto gentili e altruisti. Siamo stati molto colpiti da tanta cortesia e soprattutto voglia di aiutare…il nostro stesso datore di lavoro fa parte di questa categoria…diciamo che il benessere del dipendente è al primo posto e addirittura ci ha portato i biscottini per la colazione questa settimana…oltre a trovarci un altro lavoro una volta che abbiamo finito con lui. Per farvi capire fino a che punto possono spingersi, un nostro compagno di ostello ha avuto dei problemi ai denti…le cure molto costose e perfino le medicine necessarie le ha pagate tutte il suo datore di lavoro…non perché era obbligato ma solo per "buon cuore", e non si parla di spiccioli….sono quasi sicuro che in Italia nel 90% dei posti di lavoro questa cosa non potrebbe mai succedere…

LO SCHIAVISTA
A dir la verità qua non possiamo parlare in generale ma solo nella piccola nostra esperienza qui a Loxton. Questi sono quelli che si arricchiscono e speculano su noi backpacker..il working hostel è l'emblema di questa categoria. Offrono lavoro in cambio di rent e commissioni sul tuo lavoro e hanno ahimè il coltello dalla parte del manico visto che sono loro che poi devono firmare i giorni per il rinnovo del visto.

Ecco qua questo è quello che ci sentiamo di dire a questo punto della nostra avventura…siamo sempre più vicini alla meta degli 88 giorni e stiamo incominciando a capire cosa fare nel dopo Loxton…siamo quasi sicuri che ci sposteremo verso Melbourne…passando chiaramente qualche giorno di "ferie" in viaggio in qualche bel posto che abbiamo già adocchiato dalla guida…come i Grampians e assolutamente la Great Ocean Road.

Ultima cosa…abbiamo iniziato a fare qualche VideoLog…così per sentirsi un po' più vicini anche visivamente…






Alla prossima guys!…Cercheremo di essere un po' più solerti :D

martedì 1 ottobre 2013

LA GIORNATA TIPO !

Il tempo scorre così velocemente che non ci eravamo accorti che sono passate due settimane dalla nostra ultima pubblicazione! Che cattivi padroni di casa! Comunque vogliamo regalarvi questa semplice schematizzazione della nostra giornata tipo (simile a quella di Fantozzi per la sveglia alla mattina) che abbiamo pensato oggi fra le fronde degli alberi d'arance:

GIORNATA TIPO A LOXTON ( giornata lavorativa di raccolta arance)

SVEGLIA
-Riprendere conoscenza
-Vestizione 
-Colazione a base di cereali, caffè solubile più economico che c'è con un goccio di latte e pane tostato con burro d'arachidi/marmellata (La colazione dei campioni eh!)
-Disbrighi fisiologici
-Preparazione zaini
-Uscita da casa
-A questo punto ci dobbiamo mettere le scarpe che teniamo RIGOROSAMENTE fuori casa per evitare allarmi biologici
-IMPORTANTE scuotere e scarpe per evitare di avere incontri ravvicinati con qualche mostro.
-Ritrovo davanti all'ostello per partire all'ora prestabilita
-Ci malediciamo perché come sempre arriviamo un quarto d'ora prima e dobbiamo aspettare fuori
-Si parte , qua le cose cambiano in base a chi ci accompagna, se l'autista è Joe, il padrone dell'ostello, dobbiamo mettere in conto, oltre a varie imprecazioni con parole chiave quali "bloody", "fucking" ecc.. anche qualche colpo(spavento) e/o mal di stomaco dovuto alla guida da stunt-man della vecchia hollywood!
-Arrivo presso la farm
-Guanti e sacca in spalla
-Briefing con il farmer del quale capiremo forse il 30% di quello che dice, il bello è che riusciamo a comunicare e capirci!
-Inizia la raccolta
-Prime ore di massima concentrazione e voglia di lavorare
-Verso le 10 inizia la fame 
-Alle 13 pranzo (10min) a base di panini un po' gommosi al FRITZ ( non chiedeteci cosa è) sottilette e acqua
-Dalle 13 alle 17 oltre che lavorare, ogni circa 15/20 minuti guardare il cielo sperando in un improvvisa tempesta di pioggia (non è possibile raccogliere con la pioggia ) anche se c'è il sole e 35°
-Arrivo pulmino e dopo qualche altra curva addrizzata arrivo in ostello
-Doccia
-Supermercato 
-Trasferimento dalla sharehouse all'ostello per condividere con gli altri ragazzi le impressioni sulla giornata appena passata e qualche cazzata
-Se è martedì/venerdi attesa della bakery gratuita alle 18.00
-Cena alle 18.00 /18.30 in sharehouse
-Ritorno in ostello per leggere i turni del giorno dopo
-Lettura dei turni con conseguenti moccoli a causa del turno che dalle 8.00 è stato spostato alle 6.30 (ciò indica una sveglia alle 5.25)
-Decisione dell'ora alla quale dobbiamo andare a letto (22.00/22.30)
-Letto
-Sogno nei quale raccogli arance e caschi dagli alberi ( è successo veramente) 
SVEGLIA

Ok, dopo questa cavolata :D vi aggiorniamo un po', al momento il lavoro alla nursery è sospeso fino a nuovo ordine, e quindi attualmente stiamo raccogliendo le buone vecchie arance, dopo due giorni di raccolta del tipo "valencia" (alberi giganteschi e arance minuscole quindi non un buon affare), oggi siamo andati in un altra farm dove dobbiamo riempire non più bin ma interi rimorchi!!! Comunque non male e poi là ci fanno guidare il trattore che è una figata!!!

Vogliamo anche salutare due ragazzi che ci hanno salutato la settimana scorsa e che erano qua in ostello, ossia Claudio e Davide, a voi i nostri più sinceri auguri per il vostro proseguimento e come si dice da queste parti..ALL THE BEST FOR YOU GUYS!!!!  

Venerdì Loxtoniano

Il Trailer ossia il rimorchio che dobbiamo riempire

Ed ecco il mezzo di ultimissima generazione che ci fanno guidare






sabato 14 settembre 2013

Un mese...a LOXTON!!!

Eccoci di nuovo qua!
Sono passati un po' di giorni, e come potete immaginarvi, sono cambiate un po' di cose…alcune delle quali veramente importanti!!!
Dopo aver finalmente finito la potatura da Terry, abbiamo avuto un nuovo lavoro….sempre di potatura!!! 
Questa nuova farm è veramente grande..immensa!!! Il padrone è un siciliano immigrato in Australia molti anni fa e il gestore un simpatico uomo di nome Pat (in realtà si chiama Pasquale) di origini calabresi…la potatura è la medesima ma le file da fare sono molto lunghe…circa 500m (ovvero tendenti all'infinito)!!!!
In qualche giorno abbiamo finito anche questo lavoro e dopo una breve parentesi di raccolta arance, siamo approdati nel lavoro che stiamo svolgendo tutt'ora…in una Nursery!!!

..un secondo non è proprio quello che state pensando…i neonati in questione sono dei piccoli alberi di mandorle (proprio piccoli..saranno 10 cm!!!) da curare facendo trimming, ovvero pulire il piccolo fusto dalle gemme "cattive" che farebbero crescere male l'albero…il lavoro è faticoso in quanto il 90% del tempo lo si passa in ginocchio ma l'ambiente è molto gradevole e la paga sopra la media!…quindi va più che bene!!!

Oltre alla routine lavorativa però vi dobbiamo raccontare un'altra cosa IMPORTANTISSIMA che è successa…non siamo più in ostello!!!! Ora abitiamo in una sharehouse sempre di proprietà del gestore dell'ostello..finalmente una CAMERA DOPPIAAAA!!!! e le comodità di una casa…WOW è un altro mondo e anche la fatica del lavoro si sente meno…certo andiamo in ostello tutti i giorni per parlare un po' con gli altri, fra l'altro abbiamo trovato veramente tutti bravi ragazzi che ci dispiacerà salutare quando o noi o loro finiranno gli 88 giorni!!!
La nostra nuova casa!


Qua il primo settembre è iniziata la primavera e anche le temperature si sono leggermente alzate…il sole è veramente veramente aggressivo e la natura si risveglia…compresi gli animali pericolosi…infatti è iniziata la stagione dei serpenti…un ragazzo ha visto durante del picking un Brown Snake!!! Pauuuura…uno dei più velenosi!!!!! Ma una parentesi la meritano loro…le bestie più fastidiose in assoluto…LE MOSCHE…è una cosa impossibile…sono tantissime e molto molto moleste…quindi se siete in procinto o avete intenzione di lavorare in farm nella stagione primaverile/estiva mettevi l'animo in pace…e state pronti a riempirvi di schiaffi cercando (inutilmente) di ucciderne una!!!!

Il frutto della nostra fatica :D




sabato 31 agosto 2013

Sotto questo sole...australiano



Ci scusiamo per i giorni passati dalla nostra ultima pubblicazione ma stiamo facendo dei turni veramente intensi e quindi alla sera siamo poco lucidi per buttar giù due righe senza scrivere imperdonabili errori :D
La vita in quel di Loxton scorre abbastanza veloce, lavoriamo 6 giorni su 7, (questa settimana 7/7) la mattina ci alziamo sempre di buon ora, colazione nutriente con cereali, caffè, pane e burro di arachidi (io marmellata di albicocche Ndr Michele), partenze con il pulmino per il lavoro poi ritorno in ostello e cena con gli altri per raccontarsi cosa è successo il giorno stesso e magari con gli altri italiani per cercare l'occasione di sentirsi un po' più vicino a casa. L'ostello dove siamo al momento ha un bel po' di lavoro che varia dal picking delle arance, al pruning (la pota), a qualsiasi altro tipo di lavoro agricolo…

Dopo aver finito il picking delle arance presso la farm della quale abbiamo parlato nel precedente post, siamo finiti in un altra fattoria ( Terry ) ma questa volta a fare del pruning, in particolar modo delle Viti insieme a un francese, un tedesco e 4 giapponesi…questi ultimi in questi tipi di lavori abbiamo capito sul campo che sono dei MOSTRI…velocissimi e precisissimi…noi nella prima giornata abbiamo fatto 11 file ( che ci sembrava un ottimo risultato) loro credo almeno il doppio.

Al momento siamo impegnati in un altro tipo di pruning ma sempre nella stessa farm…da soli soletti ci stiamo potando le nostre belle 50 file :D … che dobbiamo finire entro lunedì

…ma vogliamo farvi partecipi di un avvenimento accaduto lunedì…

Ci svegliamo alle 5.45, partenza per la farm alle 6.45…andiamo a prendere il pulmino ma non c'è posto, nel frattempo arriva un signore che incomincia a chiedere se ci sono due ragazze che possono lavorare per lui, noi facciamo finta di niente perché sappiamo che di li a poco dovremo partire…ad un certo punto Joe (il padrone dell'ostello) ci chiama e ci dice che le direttive erano cambiate e dovevamo andare con quel signore…FULMINE A CIEL SERENO! .. un po' dubbiosi montiamo in macchina e partiamo…ci ritroviamo poco dopo in una factory che produce e commercializza olive, il nostro compito era quello di smistare le olive buone da quelle non buone, togliere le foglie e i piccioli in una specie di catena di montaggio, lavoro semplice ma dannatamente noioso e soprattutto distruttivo per la schiena…abbiamo lavorato in questa factory per 3 giorni con turni da quasi 12 ore con mezz'ora di pausa pranzo e due "smoko" (pause caffè) da 15 minuti…ma direi che ne è valsa la pena sia per la soddisfazione personale ( e rivincite morali) che economica (quando abbiamo visto quanto abbiamo guadagnato in 3 giorni siamo rimasti BASITI!!!)

Come dicevamo prima , nei prossimi due giorni dobbiamo finire la potatura e martedì si inizia un nuovo lavoro…dobbiamo dire che non ci si annoia da queste parti! :D

Ora vi lasciamo perché stasera abbiamo organizzato una serata LASAGNA, con ragù e besciamella fatta in casa…per far sentire ai non italiani cosa vuol dire cucinare, perché da queste parti cuociono la pasta mettendola nell'acqua fredda sul fuoco e aggiungono il sale una volta scolata! :D


Ora vi salutiamo...continuate a seguirci mi raccomando !!!

See you later!

Vista del Murray River dal vigneto dove lavoriamo

Terry's Farm


sabato 17 agosto 2013

E lavoro fu!


Dopo qualche giorno di ricerca, esattamente il 14 Agosto, abbiamo trovato una sistemazione con annesso lavoro.
Ma facciamo un passo indietro, il Working Holiday Visa, ha la possibilità di essere esteso per un ulteriore anno e il modo per poter ottenere questo nuovo visto è quello di lavorare per 88 giorni nell'agricoltura, nelle costruzioni oppure fare wwoofing (una specie di volontariato dove in cambio del lavoro si riceve vitto e alloggio). La nostra idea è che se c'è questa possibilità è giusto sfruttarla e così ci siamo trovati fin da subito a cercare una sistemazione per poter incominciare a fare questi fatidici 88 giorni in farm.

Iniziata la ricerca però ci siamo scontrati con un sistema che poco traspare da "fuori", dall'Italia si tende a minimizzare o addirittura a dissimulare rispetto questo aspetto…l'80% e forse anche di più dl lavoro in farm è gestito dai Working Hostel…questi ostelli ti assicurano il lavoro in cambio del tuo soggiorno nelle loro strutture (il più delle volte fatiscenti)…e quindi anche se hai un mezzo sei costretto a dormire in ostello e a pagare un affitto. Abbiamo sentito fantomatiche leggende metropolitane sui guadagni che uno può fare in farm e probabilmente molte di queste sono vere, ma ci sentiamo di dire che almeno nella zona dove siamo noi per tirarci fuori dei bei guadagni devi essere un bel fenomeno. Quindi è bene essere preparati e non credere di trovare l'Eldorado.

Noi abbiamo cercato per qualche giorno da soli avendo il mezzo, ci siamo affidati alle agenzie sponsorizzate dal governo proprio per trovare un lavoro nell'agricoltura ma senza fortuna (anche qua le strade sembrano in qualche modo bloccate da qualcosa di non chiaro aimhè)…il terzo giorno abbiamo deciso di girare un po' per working hostel…il primo che abbiamo visitato è il Berri Backpackers ma senza fortuna (peccato perché sarebbe stata una struttura molto carina)…posti esauriti in quanto la stagione è già a metà e quindi i posti sono stati tutti presi…

Il secondo, nemmeno nei peggiori film thriller…assomigliava molto all'hotel di Psycho…in più sul tavolo della cucina…una zampa di canguro…appena vista siamo fuggiti…il terzo, quello dove poi ci siamo stabiliti è un compromesso tra qualità e lavoro. La struttura diciamo non è delle migliori, ma questo è l'ostello con il maggior volume di lavoro della zona e infatti il giorno dopo il nostro arrivo eravamo già al pezzo…Qua in ostello aimhè avevano finito le camere doppie :( e quindi siamo al momento in una camerata di 4 persone con un'altra coppia di Hong Kong…molto carini e silenziosi :-P … abbiamo anche conosciuto altri 8 Italiani che soggiornano qua, tutti con le loro storie ma con un triste comune denominatore…la nostalgia dell'Italia in quanto paese natale ma anche la rabbia verso un paese che non offre nulla ai suoi giovani.

Picking Bag


Abbiamo quindi iniziato il lavoro di Fruit Picking…più precisamente picking di Arance. La mattina seguente il nostro arrivo, alle 9AM partenza con il pulmino verso la farm. Al momento lavoriamo presso una fattoria di nome Graham Shulz…interminabili file di alberi e kg e kg di arance da raccogliere. Il lavoro è duro ma gratificante…in quanto a far da contraltare allo sforzo fisico c'è una rigenerazione mentale che solo la natura sa regalare…il silenzio…i profumi della terra…l'aria veramente buona e dei colori che rendono ogni vista un quadro.

La raccolta delle Arance viene pagata a Bin, ovvero a cesta, ogni cesta è circa 500 kg. Nella farm dove stiamo attualmente lavorando i bin vengono pagati 24$ l'uno…noi novellini il primo giorno ne abbiamo fatti 4 in tutto il giorno..ieri ne abbiamo fatti  quasi 3 in mezza giornata, questo significa che con la pratica si migliora e sentendo in giro almeno 6-7 in due dovremmo riuscire a farli…beh vedremo.

Vi lasciamo con i soliti "consigli"…in farm parlano SLANG stretto…tenetevi pronti perché per capirli è veramente dura dura dura dura…per chi si troverà come noi a lavorare nei frutteti di agrumi (arance, limoni, mandarini) vi consigliamo di proteggervi gli avambracci con degli scalda muscoli o con dei vecchi calzettoni tagliati ad hoc per l'occasione per proteggervi dalle molteplici spine degli alberi evitando di tagliuzzarvi e bucarvi in continuazione…terzo ed ultimo..venite con molta umiltà e pochi voli pindarici…l'Australia, almeno sotto questo punto di vista non è tutto oro e bisogna saper anche accettare dei compromessi per poter fare quello che ci siamo prefissati prima della partenza e in più i backpacker hanno pochi "diritti" da queste parti…

See'ya later!






domenica 11 agosto 2013

Quando il gioco si fa duro...

E' qualche giorno che non scriviamo…siamo stati un po' occupati e fra computer scarichi e internet che non prende non abbaino avuto modo di scrivere…comunque partiti da Narrandera ci siamo fatti altri 600Km in direzione Ovest e siamo arrivati a MurrayVille, ultima tappa prima di arrivare ad Adelaide. Abbiamo dormito in un caravan park a dir poco grazioso che con una sciocchezza forniva sia la lavanderia sia la doccia calda e anche il bbq…una cosa molto significativa la "honesty box" all'ingresso…infatti qualora il "caretaker" (ovvero il custode) non fosse presente per riscuotere la tariffa, l'avventore deve pagare mettendo i soldi dentro questa specie di cassetta delle lettere…qualcosa che da noi…ahimè non vedremo mai…

Il giorno seguente siamo finalmente arrivati ad Adelaide…passando però da Murray Bridge dove abbiamo fatto il passaggio di proprietà per Winston che ora è a tutti gli effetti nostro…Adelaide sinceramente  è abbastanza insulsa…il nuovo che si mischia al vecchio…una città che ha accolto persone, immigrati da tutto il mondo ed infatti basta fare una passeggiata in centro per capire che è qua che si dirigeva e si dirige tutt'oggi gran parte dell'emigrazione…Sydney da questo punto di vista ci aveva dato l'idea di essere una città molto più "chiusa"…

Arrivo a Murrayville


Con il passaggio di proprietà abbiamo finalmente concluso le faccende burocratiche e quindi ora è il momento di cercare lavoro…il nostro primo auspicio è quello di trovare lavoro nel settore primario (picking soprattutto) per essere così elegibili per il 2nd year (praticamente con 88 giorni di farm e/o volontariato in zone considerate regionali o remote si ha la possibilità di prendere un secondo visto) …e avendo scoperto che tutto il territorio del South Australia è considerato "regionale" dovrebbe rendere le cose un po' più facili...si spera…

Emigranti - Adelaide


Ci siamo quindi spostati verso il Riverland, un territorio del South Australia dove al momento è piena stagione del Citrus Picking..ovvero degli agrumi…ci siamo rivolti a dei working hostel e a delle agenzie e domani dovremo riuscire a sapere qualcosa in più..per ora voglio lasciarvi con un pensiero…ci siamo accorti che molti giovani fanno la nostra scelta…alcuni lo fanno per farsi un anno da turisti…altri lo fanno per scappare da qualcosa…NOI lo abbiamo fatto per crescere…per metterci alla prova e per vedere se è possibile ancora mettere da parte qualche soldo…siamo venuti con la voglia di lavorare…ed è veramente molto difficile rapportassi ad una società così diversa dalla nostra, riuscire ad entrare in certi meccanismi e a trovare quello che stiamo cercando…quindi stateci vicini e fateci sentire il vostro appoggio :)


Infine più che una curiosità un consiglio…per chiunque venga in Australia e abbia intenzione di spostarsi in macchina dal NewSouthWales al SouthAustralia, mi raccomando cercate di non trasportare frutta e ortaggi in auto (potrebbero trasportare insetti pericolosissimi per le culture locali)..qua sono veramente paranoici e ci son delle vere e proprie stazioni di quarantena lungo la strada…noi abbiamo dovuto buttare 1kg di pomodori! 


mercoledì 7 agosto 2013

The journey starts...

Finalmente è ufficiale...possiamo presentarvi il terzo membro della nostra famiglia: WINSTON!


I nostri piani iniziali erano quelli di andare verso il nord e quindi verso il Queensland...ma una serie di coincidenze ci hanno fatto scegliere di andare verso il sud...con destinazione "finale" la città di Adelaide. Per fare il passaggio di proprietà del nostro Winston infatti dobbiamo andare in South Australia ( infatti è immatricolato là come potete vedere dalla targa) e quindi ne approfitteremo poi per cercare lavoro in quelle zone visto che tra il Grape pruning (pota delle vigne) e Orange Picking...la domanda non dovrebbe mancare...

Ma facciamo qualche passo indietro...abbiamo acquistato Winston da una carinissima coppia Francese che ha finito il suo viaggio e fra poco dovrà tornare a casa...dopo lo scambio delle firme per il passaggio di proprietà era giunto il momento di mettere le mani sul volante del nostro nuovo amico...il primo impatto con la guida a sinistra è stato inquietante...però a dire la verità si fa presto a fare l'abitudine...dopo qualche difficoltà iniziale ci siamo incamminati subito sulla lunga strada per Adelaide ( circa 1400 km) e ci siamo fermati in un Caravan Park di Camden (NSW) molto carino, anche se un pò costoso, per fare il punto della situazione e l'inventario di Winston...

Prima notte tranquillissima e anzi svegliarsi finalmente in mezzo alla natura ci ha caricato alla grande...

Oggi abbiamo fatto altri 500 km e ci siamo fermati a Narrandera..un paese sperduto ma che ha un CampGround  (un campeggio semplice solo con attacco luce e bagni condivisi) economico a 10$ a notte e un padrone che parla una lingua non decifrabile....

E domani macineremo altri km...

Album Verso Adelaide:

Bye Bye Sydney...la strada verso Adelaide...

Mi raccomando continuate a seguirci!

sabato 3 agosto 2013

I primi passi...




Oggi è il quinto giorno dal nostro arrivo e di cose ne abbiamo fatte e viste già parecchie…
Smaltito il fuso siamo partiti in quarta, subito il secondo giorno abbiamo cercato di capirci qualcosa nei gineprai delle compagnie telefoniche locali…abbiamo optato per la "Yes Optus" 30$ il mese con 250min sms illimitati e 500mb di traffico…anche troppo per noi…secondo passo attivare il conto in banca; 48 Martin Place, questa la nostra "branch"…tutto molto friendly, pieno di altri backpackers, in sala d'aspetto, giochi da tavolo, caffè gratis e addirittura una playstation…un po' meno "user friendly" la ragazza che ci serve…visto che ci parla in un velocissimo inglese australiano di regole bancarie … noi abbiamo sempre annuito… speriamo di non averla autorizzata a effettuare un bonifico sul suo conto! Comunque alla fine abbiamo in mano le due nostre fiammanti carte di credito…quindi forse abbiamo risposto bene a tutte le domande! :) Terzo passo effettuato Medicare, ovvero la tessera sanitaria australiana, veloce e indolore…Ultimo passo TFN, ovvero il "codice fiscale" australiano…pratica sbrigata online…dobbiamo solo aspettare che ci arrivi la lettera alla nostra casella postale!

Il risultato del duro lavoro


In mezzo a tutto questo ci siamo dedicati un po' alla visita della città e a cercare di capire un po' questa cultura australiana, che seppur di stampo "occidentale" è qualcosa a cui noi non siamo abituati. Infatti nei primi giorni abbiamo subito questo "Shock culturale" , qua è tutto portato all'estremo, appena si gira un po' in città si capisce di quanto gli australiani siano rispettosi della natura che li ospita. Una raccolta differenziata VERA dovunque, una cura degli spazi verdi a dir poco maniacale e una cura del suolo cittadino invidiabile ( ieri abbiamo visto addirittura degli addetti alla pulizia dei lampioni che con spazzola e liquido pulivano i pali della luce). Pur essendo in città, si capisce che la natura è la vera padrona, passeggiando possiamo trovare animali che da noi vediamo allo zoo, uccelli bellissimi e coloratissimi e animali velenosi dal morso mortale. 


Cockatoo

Sydney è una città bellissima, la città della baia…ed è proprio questa che la fa da padrone, ogni angolo della città dal Royal Botanical Garden regala delle viste mozzafiato con l' Opera House e l' Harbour Bridge protagonisti.


Oggi abbiamo visitato la cittadina di Manly ed oltre ad aver visto l'Oceano Pacifico per la prima volta da quando siamo qua abbiamo anche assaporato l' Australia selvaggia con una passeggiata nel Bush ( Shelly Beach - North Head ) che consigliamo a chiunque visiti questa località.


I prossimi giorni saranno di "attesa" in quanto se va tutto bene per martedì abbiamo grandi programmi…restate sintonizzati per le grandi novità!!!


SEE YA

mercoledì 31 luglio 2013

Travel...




Vi avevamo lasciato all' "arrivederci"…e ora vi scriviamo da una camera di ostello in Kings Cross a Sydney…ostello anche parecchio carino con bella gente il suo nome è Jolly Swagman e lo consigliamo a chi provvisoriamente deve stare a Sydney per sbrigare pratiche burocratiche come noi.

Ma partiamo dall' inizio, dal binario 4 della stazione di Pisa non è partito solo il treno per Roma Termini…sono partite anche le nostre vite, partite per un binario diverso e inaspettato che speriamo e crediamo ci porti molto lontano.

Iniziamo con il dire una cosa : L' AUSTRALIA E' LONTANA! dopo 29 ore tra aereo e scali lo possiamo dire! Un viaggio interminabile. 
Arrivati a Fiumicino ci siamo recati al banco check in della Emirates e c'era una fila che nemmeno alle poste nel periodo delle pensioni..per fortuna c'era una fila dedicata a chi aveva fatto il check in online e quindi nel giro di 15 minuti abbiamo fatto il tutto ( una parentesi va aperta per la ragazza addetta al check in, che ci aveva assicurato che il bagaglio sarebbe arrivato direttamente a Sydney e non sarebbe stato necessario ritirarlo a Perth anche se c'era un cambio di compagnia aerea; scoprirete più tardi il perché di questa precisazione). 
Volo Emirates Roma-Dubai pressoché perfetto, aereo nuovissimo e schermi HD 19", da ricordare il ragazzo indiano che avevamo vicino, non ha chiuso occhio e ha guardato per 5 ore ininterrottamente lo schermo con la cartina del volo in tempo reale…noi almeno abbiamo visto i Croods! :D . Arrivati a Dubai, aeroporto da mille e una notte e sceicchi che sbucavano fuori da tutte le parti, i distributori di lingotti d'oro non li abbiamo visti ma abbiamo pagato due cappuccini 9 € quindi ci siamo andati vicini. Un altro aneddoto e/o consiglio per chi viaggia da Dubai per l' Australia…non acquistate l'acqua prima dell'imbarco al Duty Free….prima di montare sul volo ve la tolgono…
Volo Dubai-Perth, perfetto pure questo ma lungo…troppo lungo…veramente interminabile…e soprattutto vedete di prendere un posto lungo il corridoio se siete deboli di vescica perché avere il vicino che dorme e dovere andare in bagno è qualcosa che non augurerei nemmeno al  peggior nemico! In più se nell' unica volta che vai in bagno devi fare anche il tutto alla velocità di flash perché è in corso una turbolenza…beh…vi lasciamo immaginare!
Arriviamo a Perth in perfetto orario, disbrighi doganali velocissimi..il famoso AIRPORT SECURITY latita…e andiamo diretti verso il terminal dei voli domestici, aspettiamo un oretta in una sala d'aspetto semi deserta combattendo con un jet lag veramente forte e andiamo a fare il check in per il nostro terzo e ultimo volo…ma qua…sorpresina che non può mancare, al contrario di quello che la simpatica signorina di Fiumicino ci aveva comunicato, i bagagli dovevano essere presi a Perth e non a Sydney!!! Cosa ci è venuto in mente a questo punto? Disperazione, solo disperazione..quel fantastico zaino bello … 16 kg di morbidezza …sperduto…il brutto è che arrivati a quel punto non era possibile far niente…e quindi via all' imbarco dell'ultimo volo con il groppo in gola e una stanchezza terribile. Il volo Perth-Sydney non lo ricordiamo proprio…siamo collassati in fase di rullaggio in decollo e ci siamo risvegliati in quella di atterraggio.
All'Aeroporto di Sydney di corsa al banco "Baggage claim" .. abbiamo trovato un angelo che ha spacciato il "nostro" disguido per uno smarrimento di bagaglio e quindi per fortuna il nostro bagaglio è arrivato sano e salvo all' ostello in nottata….SOSPIRO DI SOLLIEVO!!!

Oggi abbiamo dedicato la giornata alla snella burocrazia australiana…le dedicheremo il prossimo post!


SEE YA MATES!

domenica 28 luglio 2013

Via...

28 Luglio 2013

Il giorno è arrivato, e con lui sono arrivate anche tutte le emozioni che abbiamo cercato di reprimere in questi mesi, ansia, paura di non farcela e la tristezza di salutare tutte le persone care a cui teniamo di più. Credi di essere pronto a questo momento, ti prepari mesi per cercare di essere forte…e poi puntualmente cadi…ma forse è giusto così, in fondo le emozioni fanno parte della nostra umanità!

Crediamo che queste ore siano le più difficili e quindi abbiamo bisogno che tutti voi ci stiate vicini in un unico abbraccio collettivo, non esistono più rancori, delusioni niente di niente solo un abbraccio anche se silenzioso e a distanza…vi prego ne abbiamo bisogno.

Se oggi siamo qua, a parlare e ad emozionarci è anche merito delle nostre famiglie…se oggi siamo quelli che siamo lo dobbiamo alle nostre famiglie…e per questo non smetteremo mai di ringraziarle….sperando di non avervi mai deluso e auspicando che siate fieri di noi…di questa nostra decisione…

Faremo di tutto, pur di rendervi ancora più orgogliosi dei vostri figli, sorelle o fratelli… ci sentiamo quando siamo "dall'altra parte"

SEE YOU SOON


Michele&Marta

giovedì 25 luglio 2013

Come promesso...

Come vi avevamo anticipato...vogliamo rendervi partecipi della nostra emozione e commozione per questo bellissimo pensiero che abbiamo ricevuto!
Grazie di cuore...abbiamo veramente voglia di SPACCARE!!




lunedì 22 luglio 2013

Festa di arrivederci!!!!! 21 Luglio 2013






Manca ormai meno di una settimana, ormai contiamo le ore e non più i giorni.
Chi ci ha seguito dall'inizio saprà di come non sia stato tutto rose e fiori e di come ci siamo trovati di fronte a situazioni poco gradevoli..bene tutto questo è stato SPAZZATO via ieri sera da un ondata di affetto...che non credevamo essere così potente...

Abbiamo organizzato una "festa" di arrivederci per poter salutare tutti i nostri amici prima di partire...d'altronde mancano solo 6 giorni e l'ultima settimana la "dedicheremo" alla famiglia...

Voglio occupare anche questo piccolo spazio per ringraziare pubblicamente tutti coloro che hanno partecipato e hanno voluto trasmetterci il loro affetto...

C'è stata anche una sorpresa che ci ha fatto commuovere...a breve metteremo delle foto perchè merita tantissimo :)

ALBUM FOTO : https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10201569025696175.1073741829.1493617077&type=1&l=802d15b47a

venerdì 12 luglio 2013

Australian DOLLAR !!!

Sinceramente non vedevamo l'ora di poter toccare con mano qualche bel contante Aussie...bene oggi il fatto finalmente è avvenuto...
Abbiamo prenotato la valuta online presso forexchange.it , niente commissioni e un piccolo sconto per under 26 (Ndr Meno male c'ho la moglie giovane), e oggi pomeriggio siamo andati a ritirarla presso lo sportello all'Aeroporto di Pisa...

Fa un certo effetto...inutile negarlo...il denaro è una delle prime cose con il quale devi "fare i conti" una volta all'estero...fa parte della cultura insita in un paese e quindi averlo per le mani e soprattutto nel portafoglio :-P è parte integrante del viaggio e ci fa accorgere, se ce ne fosse bisogno, di quanto la data si avvicina...oggi mancano 16 giorni...16 come il nostro numero fortunato :)

I dollaroni con i quali partiremo

Particolarità, oltre alla bellissima croce del sud, la parte contornata di bianco è completamente trasparente

Qua si nota benissimo che non dicevamo cavolate...è effettivamente trasparente :D

E ora di seguito qualche curiosità sul dollaro australiano preso da una tip della pagina facebook di gostudy.it:

-Il simbolo è A$ oAUD
-Le banconote sono fatte con una plastica speciale che dura fino a 4 volte di più di quella convenzionale
-Si possono bagnare senza problemi
-Sono molto difficili da falsificare
-Non esistono le monete da 1 o 2 centesimi perchè si arrotondano a 5 cents.
-Vale più del dollaro americano






giovedì 11 luglio 2013

Future Aussie Mate!

Vogliamo scrivere un piccolo post...ma con il cuore...questo viaggio di vita che sta per iniziare ha già portato con se una cosa veramente importante...L' AMICIZIA... ci ha fatto conoscere persone che mai avremo conosciuto se non fosse per questa "chimera" che è l'Australia...

Ragazzi come noi, con storie molto diverse ma che hanno in comune la voglia di mettersi in gioco, di reinventarsi e di ricominciare da capo rincorrendo ognuno i propri sogni...sogni che qua , ormai, stanno soffocando...

Vogliamo ringraziare Alice e Filippo, due ragazzi straordinari, con i quali potremo stare a parlare per ORE senza stancarsi..con i quali è possibile confrontarsi e dire la propria..due ragazzi molto simili a noi ai quali auguriamo un mondo di fortuna e con i quali faremo di tutto per tenerci in contatto down under...chissà davvero se condivideremo il Capodanno sulla spiaggia :)



Poi ci teniamo a salutare anche Francesco e Isabella ai quali auguriamo veramente di riuscire a coronare il loro sogno Aussie contro ogni situazione avversa!!!...forza ragazzi stringete i denti e continuate!!! Verremo di sicuro a trovarvi a Perth!!



E chiaramente ringraziamo tutti i ragazzi che sono già in Australia e con i quali siamo già in parola per una birretta...che non guasta mai!!!!

mercoledì 10 luglio 2013

Quando il gioco si fa duro...

Il mese dei saluti è già iniziato da un pò....tra una visita e l'altra dobbiamo mettere a punto gli ultimi preparativi (e anche i più difficili)...tra questi c'è la preparazione dello zaino.
Noi abbiamo deciso di partire con zaino in spalla perchè un trolley è semplicemente incompatibile con la visione del nostro soggiorno australe.
Il fatto è che nello zaino...NON C'ENTRA NIENTE ( o almeno sembra!!!), li avevamo comprati mesi fa , ma ora è arrivato il momento di riempirli...e vi giuriamo che questo arreca molto SGOMENTO :D ... racchiudere una vita in uno zaino è semplicemente impossibile e quindi devi DECIDERE quindi... AIUTOOOOO!!! ( Ndr. specialmente Marta credo avrà bisogno di uno psicanalista).

I nostri due Backpack (con altri due piccoli zainetti) saranno i nostri compagni di viaggio per un bel pò...60 Litri di tenera morbidezza!!!



I nostri due Backpack! ( con i loro compagni zainetti)


Fra una crisi isterica e l'altra, ci siamo decisi a sottoscrivere una assicurazione medica privata...alla fine questa è la soluzione che ci dà più sicurezza e tranquillità quindi per noi era indispensabile!!

A breve foto report della preparazione degli zaini!

STAY TUNED!!!

lunedì 24 giugno 2013

Fervono i preparativi...



Fra poco siamo al meno 30...l'ultimo mese...il tempo in questo periodo sembra una spirale...più ci avviciniamo alla data più i giorni, le ore e i minuti si fanno più veloci...

E' una sensazione strana...collocarsi da qualche altra parte, vedersi incastrati in un tessuto sociale ben diverso dal nostro e vederci alla prova con un qualcosa di nuovo per noi..una sensazione strana ma tremendamente eccitante..(anche un pò paurosa se ce lo concedete :-P).

Un altro importante passo è stato fatto: il conto in banca.

Noi abbiamo deciso di aprirlo presso la Commonwhealt Bank of Australia in quanto è quella più diffusa sul territorio e quindi non dovremo avere problemi per trovare ATM dove prelevare denaro.
In più oltre al conto base ( Complete/Smart Access Account) offre un opzione gratuita chiamata GOALSaver che agisce come un fondo d'investimento (non vincolato) che farà fruttare i nostri risparmi.

Commonwhealt Bank - Sezione Move to Australia

E qua un PDF fatto molto bene che spiega un pò di cose e contiene anche un utile Checklist:
http://www.commbank.com.au/personal/international/download-printed-forms/Moving_to_Australia.pdf

Un altro PDF chiamato " UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA" direttamente dal sito del governo Australiano: http://www.immi.gov.au/living-in-australia/settle-in-australia/beginning-life/_pdf/ita.pdf

lunedì 10 giugno 2013

Nessun Compromesso!!!




Nessun compromesso...
Sinceramente ci siamo rotti le scatole di cercare di capire gli altri quando proprio loro non fanno un minimo passo per avvicinarsi...diciamo basta alle ipocrisie e alle persone che ti fanno sentire in colpa se tu hai fatto una TUA scelta di vita...persone che non ti parlano più e che anzi ti prendono in giro...BASTA!!!

C'è da dire che queste persone sono una minoranza, questa settimana è stata una settimana bellissima, fatta di tanti e tanti segni di affetto...ci sono arrivati tanti messaggi di sostegno, persone che vogliono conoscerci....che voglio abbracciarci...che CAPISCONO che non andremo in vacanza...ma a LAVORARE!!! Andremo a fare lavori umili, lavori che qua non abbiamo mai svolto...ma che impareremo perchè bisogna sapersi reinventare...

Ci hanno riservato anche un articolo su un sito:

http://www.iotifopisa.com/2013/06/05/un-grosso-in-bocca-al-lupo-a-michele-e-marta/

Concludiamo questo piccolo sfogo con uno dei tanti messaggi che ci sono arrivati...quello più significativo che ha colto in pieno il nostro modo di essere e alcune delle sfaccettature che ci hanno spinto a prendere questa decisione:

"Stamani ore 10,30 Stadio Arena Garibaldi per l'allenamento di rifinitura della squadra sugli spalti un immenso Michele Grande con la sua Lady Marta Lupi.....Abbigliamento di Michele da brividi!!!Maglia rossa in tinta con i colori della squadra che si stava allenando....per non parlare della bandiera rossa con croce pisana appoggiata sulla sua spalla.... Questo mi ha fatto riflettere anche su che paese di merda siamo diventati purtroppo... nonostante a Luglio questi due ragazzi lasceranno l'Italia per la mancanza di futuro e di prospettive in questi momenti importanti per la nostra citta' dimostrano un senso di appartenenza al loro territorio che fa ancora piu' dispiacere, sapere che anche solo per un anno se ne andranno da qui.Ecco da questa mia riflessione penso che sono piu' Italiani questi 2 ragazzi che andranno all'estero che tanti altri in giro che si lamentano ma non hanno il coraggio di mettersi in gioco facendo dei sacrifici.Con tutto quello che di brutto si dice in giro del nostro paese l'immagine di Michele con la bandiera pisana e' prova che se fossero gestite meglio le risorse in Italia saremmo un grande paese in tutti i sensi,gli italiani amano il loro paese,la loro citta' e non sono da meno rispetto altri cittadini europei."


Grazie a chiunque ci riservi anche solo un piccolo pensiero o parola d'incoraggiamento...a chi ci critica costruttivamente...a chi chiede informazioni...a chi non ci capisce ma ci sta ugualmente vicino...agli altri..a quelli che stanno chiusi nel loro guscio e tirano giudizi e prese in giro dall'alto dei loro piedistalli...fatemi una cortesia...FANCULIZZATEVI!

PASSO E CHIUDO!

lunedì 27 maggio 2013

...lungo la strada...

I lavori in corso stanno per terminare...domani mancheranno 2 mesi esatti esatti alla partenza.
Abbiamo acquistato anche il biglietto del treno per Roma (città dalla quale partiamo) :

alle ore 13:52 lasceremo ufficialmente la nostra città natia

Fatto anche l'indirizzo mail australiano e iniziato a scrivere il curriculum in inglese...WOW !!! sono proprio gli ultimi scampoli.
I prossimi weekend saranno infuocati , gireremo l'Italia per salutare amici e parenti,  il 16 di Giugno, nostro anniversario di matrimonio, stiamo organizzando una cosina bellina che speriamo riesca...

Oggi iniezione per il vaccino antitetanico, consigliatissimo per chi come noi vuole andare a lavorare in farm...non si sa mai!!!





giovedì 16 maggio 2013

L'elemento Umano : Positivo e Negativo


In questo periodo di transizione stiamo indubbiamente scoprendo nuove sensazioni. 

Alla soglia dei " -70 giorni" quindi quasi due mesi, le sensazioni si fanno via via più forti e il tempo corre sempre più velocemente…sembra quasi di essere dentro una spirale…più ci si avvicina al centro, più si fanno veloci i giri…Sempre meno tempo..sempre più cose da fare…ma non burocrazia o cose pratiche…sempre meno tempo da condividere con chi rimarrà qua e ci vedrà partire…Ci sono tante persone che chiedono di vederci…di incontrarci…amici di una vita dispiaciuti ma che ciò nonostante ti appoggiano perché sanno che in questo momento partire è la cosa più giusta da fare…conoscenti con i quali scopri di avere questo sogno in comune e che stanno intraprendendo i nostri stessi passi…persone che partiranno a breve che vogliono condividere con noi pensieri e informazioni e chissà anche un po' di sana amicizia per sostenerci a vicenda qua in italia e perché no downunder…per non parlare della famiglia...

Questa esperienza ancora non è iniziata ma già ci sta regalando delle buone sensazioni, delle bellissime esperienze umane…tutto questo "calore" delle persone ci rende entusiasti…e veramente felici di sentirsi parte di qualcosa che va oltre il materiale.

A chiunque decida di prendere una decisione come la nostra diciamo di star pronti a questo turbinio di emozioni spesso positive…ma alle volte anche profondamente negative…perché ci sarà chi (non ci chiedete perché…stiamo cercando una risposta anche noi) non capirà e invece di confrontarsi con voi si rifugerà in un silenzio assordante, portando spesso a chiedervi se c'è qualcosa di sbagliato in voi…l'importante è, per quando sia difficile, passarci sopra e sperare che un giorno queste persone capiscano il perché voi avete intrapreso un percorso del genere e siano felici per voi.

Un' altra cosa a cui siamo andati (e stiamo andando) incontro sono le persone che credono che il nostro viaggio sarà una vacanza…niente di più sbagliato…niente di più doloroso…perché annulla completamente il motivo e il sacrificio per cui una persona o una coppia decide di emigrare…quindi a chi vuole partire diciamo di essere preparati per questo genere di considerazioni e a chi legge e ha qualche conoscente che partirà a breve diciamo di mettere da parte questi pregiudizi e di aiutare, di considerare di più chi vi sta vicino…anche una sola domanda…un piccolo interessamento è un bellissimo gesto. 

Ci sentiamo di ringraziare tutte le persone che stanno cercando di sostenerci, che parlano con noi e che ci stanno vicine…è ORA che il puzzle si sta completando che ce n'è più bisogno!!!!




domenica 12 maggio 2013

Un pò di vanita!

      Siccome ci piace molto la nuova copertina della nostra pagina facebook la mettiamo anche qua! :D

Se passate di qua : Pagina Facebook Una coppia sottosopra mettete un bel MI PIACE!  




Abbiamo intanto ritirato le nostre patenti internazionali...siamo pronti a macinare KM!


lunedì 6 maggio 2013

Strada facendo...

I giorni scorrono...succede tanto e niente...ma il giorno si avvicina...

In settimana ritiriamo la patente internazionale...e poi conto in banca australiano...

La checklist è quasi completa!!


Our Flight!

lunedì 22 aprile 2013

Se non Ora...QUANDO?



Una grande tristezza...pensare all'Italia in questo momento porta ad una grande, immensa e logorante tristezza.

Lo scenario politico..il tanto sventolato rinnovamento è di nuovo fallito.
Tutto questo fa scaturire una voglia immane di partire...di volare dall'altra parte del mondo e di "dimenticarsi" per un pò le facce, i discorsi che da troppi anni riempono i salotti televisivi e non le strade del nostro paese.

Da tanti potremo sembrare dei codardi...fuggire e non lottare...in realtà ci vuole molto coraggio per prendere e partire...stare in Italia è solo una questione di avere il fegato più o meno buono...


giovedì 18 aprile 2013

100 giorni alla partenza...lunghi o corti?....dipende...


Oggi 18 Aprile 2013 mancano esattamente 100 giorni alla partenza per la terra sottosopra...
Il giorno si avvicina sempre di più e anche le sensazioni che si susseguono incominciano a rincorrersi e alternarsi...ora eccitazione...ora preoccupazione...ora speranza...
La paura di non essere all'altezza...della lontananza da casa e dagli affetti fa la lotta con la speranza di vivere un'esperienza emozionante e soddisfacente...

Abbiamo la voglia e la speranza di trovare un lavoro che qua manca da troppo tempo...di sentire la soddisfazione di guadagnare del denaro per il lavoro svolto..la voglia soprattutto di abbandonare anche se temporaneamente un sistema marcio, stantio e vecchio come quello Italiano. Abbiamo bisogno di aria nuova, di nuove prospettive, abbiamo bisogno di un futuro che qua non esiste...e ci vogliamo illudere che agli antipodi tutto questo sia possibile...e non importa il culo che dovremo farci...i pianti, le risa che ci attendono...tutto questo sarà, perchè abbiamo deciso di FARE e non di aspettare o ancora peggio di accontentarci della mediocrità che ci offre in questo momento il nostro paese.

Come detto il nostro entusiasmo è però ovattato dalla "tristezza", se così vogliamo chiamarla, di lasciare i nostri più cari affetti...la famiglia...questo però è un male necessario...un male con il quale cercheremo di convivere ma che farà più male proprio fra 100 giorni quando prenderemo il treno che da Pisa ci porterà a Roma Fiumicino.

lunedì 15 aprile 2013

Angolo "Culturale"

"Prima di partire per un lungo viaggio"...diceva una famosa canzone...bisogna fare molte cose aggiungiamo noi...una delle cose imprescindibili è quella di conoscere il posto dove stiamo andando per riuscire a viverlo al meglio e anche magari ad evitare inconvenienti.

Ormai internet è fonte di ogni tipo di informazione...ma anche la buona vecchia carta non tradisce mai...a questo proposito vogliamo segnalare una divertente e interessante lettura che consigliamo caldamente a chi sta pensando di intraprendere questa avventura o anche solo chi è appassionato di questo stupendo e sconfinato continente.

Il titolo del libro è "IN UN PAESE BRUCIATO DAL SOLE" di Bill Bryson.



E' un racconto di viaggio in Australia, ovviamente, che più di una volta ci ha fatto sorridere e soprattutto ci ha fatto dei scoprire posti che non ci sono nemmeno sulla Lonely Planet (altra cosa imprescindibile in ogni nostro viaggio :) ). E' un libro ricco di aneddoti ed esperienze che sicuramente vi farà divertire. 
Probabilmente sarà una lettura che rifaremo magari mentre saremo in volo sull' Oceano Indiano in direzione Sydney :D

martedì 9 aprile 2013

Due volte Zii!!

Buongiorno!!!
E' un pò che non scriviamo ma è per un buon motivo!!!
SIAMO DIVENTATI ZII PER LA SECONDA VOLTA!!!
BENVENUTO LORENZO!!!

Fra i preparativi per partire, internet che va e viene ( sembra di essersi trasferiti in un bunker antiatomico), e la lietissima notizia, il computer è stato acceso veramente poco.
Che dire...anche la residenza "temporanea" ci è stata concessa e quindi il prossimo passo sarà la patente internazionale (sperando che i tempi burocratici non siano tanto lunghi) e la ripresa del corso d'Inglese che abbiamo interrotto per il trasloco :)

Abbiamo trovato un video che ci invoglia a provare ad avere un figlio in terra australiana:




Con questa verve non si pùo dire di no!!!

domenica 31 marzo 2013

Copertura Sanitaria..Medicare..o privata?

Domanda annosa quella sulla copertura sanitaria.

Tramite accordi bilaterali tra Italia e Australia, è possibile usufruire (anche se in minima parte) della sanità pubblica australiana. Basterà andare in un centro Medicare in territorio australiano con passaporto, visto e un attestato della ASL del vostro comune di residenza per ricevere una tessera sanitaria australiana.
La tessera dovrebbe apparire come questa sotto:



In realtà abbiamo letto che anche solo con la tessera sanitaria italiana al posto dell'attestato è possibile fare richiesta, noi per andare sul sicuro abbiamo perso un bella mattinata, sbattuti da un ufficio all'altro (bella mia Italia) e ci siamo fatti fare il foglio:

Il certificato della ASL ... anche se mi hanno scambiato per Donna (N.d. Michele)



La tessera Medicare ci darà accesso alla copertura sanitaria MINIMA (dovrete pagarvi anche l'ambulanza in caso di bisogno per intenderci) e dura sei mesi dall' ingresso su suolo australiano (in realtà prima dello scadere dei 6 mesi basterebbe teoricamente uscire dalla nazione e rientrare per estenderla di altri sei mesi...magari un giro in Nuova Zelanda che ne dite?).
Sito di riferimento con tutte le spiegazioni e la locazione dei centri Medicare: http://www.humanservices.gov.au/customer/information/welcome-medicare-customers-website


Noi stipuleremo anche un'assicurazione privata...della serie non si sa mai quello che può accadere.
Quella più accreditata dai travellers di tutto il mondo sembra WORLD NOMADS, e cercando in giro sembra anche a noi quella più riconosciuta e con miglior rapporto qualità prezzo.